Chiudi menu
CERCA

Malga Nambi, una malga che racconta una vita

Valida fino al 01 novembre 2019

Il guardiano dei segni.

Salendo per la strada sterrata che collega Val Algone a Malga Movlina nel Parco Naturale Adamello Brenta, si incontra Malga Nambi, una piccola malga di montagna, dove l’arte si mescola alla tradizione contadina.
L’anima è Gianni Rocca, un uomo d’arte che, con la figlia Anna, da qualche anno porta avanti l’attività.

Gianni nasce nel Bleggio, dove trascorre un’infanzia povera e solitaria. Fin da giovanissimo si dedica alla pittura, dimostrando una spiccata e naturale attitudine.
Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Brera. Le sue opere sono il racconto di pezzi di vita: stoviglie, fagotti e scarpe consumate sono ricordi del proprio vissuto.
Divide la sua vita tra Milano e il Trentino, dove vive con la sua famiglia e i suoi animali. D’inverno svolge con intelligenza il mestiere di docente di disegno all’Accademia di Brera. D’estate fa il guardiano di vacche nelle malghe delle montagne del Brenta e dell’Adamello.

Il malgaro è il primo mestiere che ha appreso da bambino. Ora è una passione, un richiamo del sangue, un ritorno alle radici.
A Malga Nambi l’arte si mescola alla vita d’alpeggio. Gianni, con la figlia Anna, propone cene in penombra, dove la luce delle candele e il cibo fanno da cornice a un ambiente francescano.
Fermatevi e assaggiate il piatto malga: polenta “rostida”, fonduta di formaggio e cavolo capuccio con mele, acqua di fonte o un buon vino per brindare in allegria.

Questa non è la solita malga, questa è una grande storia di vita.



Esperienze

Vivi in prima persona tutte le esperienze che la valle ti offre! Scegli tra le nostre attività outdoor, la scoperta di tradizioni e sapori dei piccoli borghi contadini, e lasciati sedurre da incredibili bellezze naturali.

AVVENTURA

ITALIAN LIFESTYLE

INTO THE WILD

GREEN TRAVEL

SLOW TRAVEL

Richiedi info

Fax+39 0465 702281