Chiudi menu
CERCA

Il Parco Naturale Adamello Brenta è l'area protetta più grande della provincia, ma nella Comano ValleSalus ci sono altri preziosi luoghi dove poter vivere la natura a 360°. Basti pensare che il territorio è stato riconosciuto dall'Unesco Riserva di Biosfera, proprio per la sua grande biodiversità. La Comano ValleSalus assieme alle Valli di Ledro e Basso Chiese è un territorio tra i più ricchi nelle Alpi per ambienti naturali e paesaggi culturali. In particolare ti segnaliamo due aree protette da non perdere durante la tua vacanza natura alle Terme di Comano, la Val Lomasona e il Biotopo di Fiavé. Scopri con noi le loro caratteristiche e peculiarità:

La Val Lomasona, valle modellata dai ghiacciai che si apre sulla piana di Campo Lomaso, si trova la splendida Riserva naturale provinciale Torbiera Lomasona, che si presenta come una grande prateria umida e palustre. Si dice che la Torbiera Lomasona è nata da un antico lago, ma la verità è che si tratta sempre del medesimo corpo d’acqua, che quando era giovane aveva l’aspetto di uno specchio d’acqua libera e oggi – che è molto più “adulto”! – si presenta come un… lago d’erba. Si tratta di un tipo di habitat ormai molto raro, e dunque ancora più prezioso.  Il più grande tesoro di quest’area protetta è costituito dalle piante. Il più delle volte sono specie piccole, delicate e fragili e assai sensibili anche a minime modificazioni o inquinamenti del loro luogo di vita: quando muoiono rimangono dove sono, seguendo il naturale processo di decomposizione. Infatti la Torbiera Lomasona è protetta sia dalla Provincia Autonoma di Trento che dall’Unione Europea

        Curiosità sulla Val Lomasona:

  • Si narra che questi luoghi siano abitati da streghe. Una leggenda racconta che alla fine di un furioso temporale estivo il sole proiettava sui prati di Lundo e sul monte Casale un enorme arcobaleno: i paesani pensavano fossero le streghe che, trovandosi sopra ad un dosso  (il Doss de le Strie) a pettinarsi con i pettini d’argento, riflettevano i raggi del sole formando l’arcobaleno
  • Nella roccia che sovrasta la valle si trova il cosiddetto Bus de le strie, una piccola grotta da cui esce aria gelida: anche in questo caso la leggenda narra sia il fiato delle streghe; in realtà si tratta di cunicoli sotterranei che probabilmente sboccano sull’esterno

Il Biotopo di Fiavé protetto dalla Provincia Autonoma di Trento e dall’Unione Europea, è importante per la flora che ospita. La sua grande superficie consente la presenza di parecchie condizioni ambientali, più o meno intrise di acqua: ad ognuna di esse corrisponde un habitat diverso e una vegetazione rara e speciale. Circa 15.000 anni fa, al termine dell’ultima glaciazione, qui si formò un lago che noi oggi chiamiamo Carera. Già dal 7000 a. C. sulle sue sponde giungevano d’estate i cacciatori mesolitici. Nel Tardo Neolitico, tra il 4000 e il 3500 a. C., altri uomini fondarono il primo villaggio su una piccola isola. Nei millenni successivi si svilupparono altri villaggi su palafitta, in special modo tra il 2100 a. C. e il 1300 a. C.. Poi le palafitte furono abbandonate.  Nel corso del tempo la vegetazione delle rive si è spinta sempre più verso il centro del lago, fino a occuparlo quasi per intero. Anno dopo anno, i resti vegetali si sono accumulati sul fondo e si sono trasformati in torba, che ha conservato i pali e gli oggetti riportati alla luce dagli archeologi

        Curiosità sul Biotopo di Fiavé:

  • I villaggi preistorici, spesso distrutti dal fuoco o da crolli, furono più volte ricostruiti. Gli archeologi hanno riconosciuto con certezza 7 successivi villaggi, i primi costruiti sulle rive o sull’isola, altri su palafitte in mezzo all’acqua, e infine il più importante costruito con tecniche architettoniche molto ingegnose e “moderne”. Gli archeologi li hanno chiamati semplicemente Fiavé 1, Fiavé 2... fino a Fiavé 7

Entrambe le aree protette si possono visitare liberamente seguendo i due Sentieri dei Piccoli Camminatori, un'esperienza unica per le famiglie con bambini che potranno ritrovare le tracce lasciate dai personaggi dei racconti del libro “Sentieri da Favola” di Stefano Bordiglioni!

luoghi

esperienze

Eventi e appuntamenti

Dove dormire

LUOGHI ATTRAZIONI

Eventi principali

APPUNTAMENTI

VEDI SU MAPPA

Nessun risultato

OFFERTE VACANZA

VEDI SU MAPPA
1

Pescare in inverno

Inverno
LEGGI TUTTO
da € 60,00
2

Mercatini di Natale nei Borghi

Dicembre 2018
LEGGI TUTTO
da € 80,00
3

Vacanza sulla neve famiglie

24.12.2018 - 06.01.2019
LEGGI TUTTO
da € 998,00
4

Oltre lo sci, regalati wellness e terme

Inverno 2018
LEGGI TUTTO
da € 280,00

OSPITALITÀ

Vedi tutto

Esperienze

Vivi in prima persona tutte le esperienze che la valle ti offre! Scegli tra le nostre attività outdoor, la scoperta di tradizioni e sapori dei piccoli borghi contadini, e lasciati sedurre da incredibili bellezze naturali.

AVVENTURA

ITALIAN LIFESTYLE

LIKE A LOCAL

GREEN TRAVEL

SLOW TRAVEL

Richiedi info

Fax+39 0465 702281